24-31 Maggio 2022 – Mostra MEDAGLIE per la storia DELL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA dall’Unità d’Italia ad oggi

Apre a Palazzo Liviano Piazza Capitaniato 7, una mostra dedicata ai personaggi e agli eventi legati all’Ateneo patavino attraverso le medaglie realizzate nell’ultimo secolo e mezzo, evento organizzato dal Circolo Numismatico Patavino in occasione della ricorrenza destinata a ricordare gli 800 anni della nascita dell’Università di Padova. Il percorso espositivo è sviluppato su due filoni: da un lato una esposizione di medaglie dove si possono ammirare una selezione di ottanta medaglie, dall’altro la esposizione dei 33 bozzetti realizzati dalle studentesse e studenti del Liceo Artistico Pietro Selvatico che hanno aderito al bando della XIV Edizione del Premio Antenore Città di Padova destinato alla ideazione e alla realizzazione del bozzetto grafico di una medaglia per gli 800 anni dalla nascita della Università di Padova.
Autore del bozzetto della medaglia giunta prima classificata tra progetti presentati e nella cui valutazione sono state/i co involte/i le studentesse e degli studenti del Dipartimento di Beni Culturali: Archeologia, Storia dell’Arte, del Cinema e della Musica dell’Università di Padova e’ Arianna Paccagnella . La iniziativa della medaglia celebrativa ha ottenuto il patrocinio della Università degli studi di Padova, del dipartimento Beni Culturali: archeologia, storia dell’arte, del cinema e della musica della Università degli studi di Padova, del Centro Studi per la storia della Università di Padova è stata realizzata dal C ircolo Numismatico Patavino grazie al contributo del Rotary Club Padova Est. La partecipazione del Liceo Artistico Selva tico alla realizzazione della medaglia è altresì frutto di una straordinaria coincidenza con le celebrazioni del settimo centenario dell’Università ; anche nel 1922 l’allora “Istituto Selvatico” nella figura del professore Eugenio Bellotto, venne coinvolto nel la realizzazione del modello della medaglia per ricordare le celebrazioni , medaglia che si trova presente nella mostra. L’augurio è che la mostra possa essere altresì una occasione far apprezzare la medaglia quale tradizionale “forma d’arte” di accessibile portata dove, nonostante si esprima su supporti di piccole dimensioni, è tutt’oggi in grado di svolgere una funzione di celebrazione e testimonianza storica.

Vai alla barra degli strumenti