Il valore numismatico di una moneta, medaglia o banconota  dipende da diversi fattori che speso vanno al di la della sua data di produzione o , nel caso di monete e medaglie, dal metallo con cui e’ realizzata.

Se e’ un dato di fatto che monete e medaglie in metallo prezioso (argento od oro) mantengono in ogni caso un valore intrinseco che dipende dal peso, nella valutazione delle monete (e delle medaglie per collezione) ci sono dei fattori principali che influiscono sul valore numismatico che e’ dato dallo stato di conservazione, la quantità di pezzi coniati (o conosciuti sul mercato), la domanda sul mercato di tale moneta.

Sebbene nella maggior parte dei casi monete, medaglie o banconote vecchie ritrovate nei “ricordi del nonno”  di oltre 100 anni possano avere un valore molto modesto, non e’ escluso che vi possa essere qualche pezzo di interesse sul mercato del collezionismo

Considerata la delicatezza della materia in tema di valutazione o perizia, suggeriamo di rivolgersi a numismatici professionisti. Qualora desideriate avere un riferimento indicativo attraverso la nostra associazione che vede presenti diversi esperti o conoscitori e’  preferibile si anticipi la richiesta preventiva via e mail, magari specificando la richiesta per evitare che ci si rivolga a qualcuno che ne vanti la appartenenza.

Ricordiamo che non e’ dato a nessun associato operare in nome e per conto della associazione se non attraverso il presidente in qualità di legale rappresentante e soprattutto che per qualsiasi valutazione, indicazione offerta non e’ dovuto alcun compenso.    Eventuali riconoscimenti in denaro potranno eventualmente essere fatte solo ed esclusivamente a titolo di liberalità alla associazione  tramite il conto corrente della associazione.

 

 

.